Seleziona una pagina

News
December 20, 2019

Come diventare youtuber: i primi passi da fare

Una guida su come diventare youtuber è indispensabile per quanti si affacciano per la prima volta nel mondo di YouTube.

La professione dello youtuber può portare a grandi soddisfazioni, anche economiche. Basta considerare i numeri del canale per convincersene. Ogni giorno si collegano a YouTube 1,9 miliardi di utenti, intenti a guardare un miliardo di ore di video.

Il canale con il record di abbonati è PewDiePie. Per capire come avere successo su YouTube sarebbe bene analizzare i video di canali come PewDiePie, che vanta ben 60 milioni di abbonati appassionati di videogame e non solo.

Stabilire l’argomento del canale, infatti, è fondamentale. I videogiochi, ad esempio, sono tra i contenuti più amati, soprattutto tra il pubblico maschile. Sono molto seguiti anche i canali con contenuti goliardici e recensioni di serie TV e film, tutorial su make up e cucina e i video unboxing, in cui vengono scartati e recensiti dei prodotti.

Ovviamente, la concorrenza è altissima. Questo significa che una volta trovato l’argomento, bisogna dare al canale un taglio originale che non sia stato già adottato da altri.

Per qualche consiglio in più, c’è la guida qui sotto su come diventare youtuber.

Fare video su YouTube: come diventare dei professionisti

Il primo step per diventare youtuber è avere un account Google. Dopodiché, bisogna accedere a YouTube e creare il proprio canale scegliendo un nome. A questo punto la guida per come diventare youtuber non può non soffermarsi sulla produzione video.

Per risultare professionali bisognerebbe dotarsi della strumentazione professionale giusta e non utilizzare la webcam del computer. Ovviamente, i video risulteranno migliori con un’attento studio delle luci.

Ecco, l’attrezzatura necessaria per iniziare:

  • una videocamera
  • uno smartphone di ultima generazione (da usare come seconda videocamera)
  • un set di luci e delle lampade da studio
  • un programma di montaggio

L’importanza del piano editoriale per uno youtuber

Per poter fidelizzare gli iscritti al canale bisogna interagire molto, soprattutto nelle fasi di lancio. È bene rispondere ai commenti e cercare di coinvolgere gli iscritti, considerando anche le critiche come dei momenti di scambio produttivo in vista di un miglioramento del canale.

Per evitare che il canale proceda in maniera approssimativa, è indispensabile stabilire un piano editoriale che includa tutti gli argomenti dei video e le date di pubblicazione.

È possibile anche creare degli appuntamenti fissi, in modo da facilitare la fruizione dei video da parte degli utenti.

Infine, per aumentare le visualizzazioni è consigliabile diffondere i video sulle principali piattaforme social e instaurare dei rapporti di collaborazione con gli altri youtuber.